Come imparare il gattese

Imparare il gattese
Imparare il gattese

Comunicare con il proprio gatto non è poi un’impresa difficile: ci vuole solo tanta pazienza. E, soprattutto, bisogna essere calmi e dotati di spirito di osservazione, per cogliere anche le più lievi sfumature nei suoni e negli atteggiamenti del proprio micio. Tutti i gatti hanno un grandissimo desiderio di comunicare, anche se non necessariamente attraverso dei suoni.

one-little-talking-cat-1024x768

Basta saper attendere e sarà il micio a fare la prima mossa: il nostro compito è quello di restare “in ascolto”, mettendoci a sua disposizione. Le regole del gioco le detta lui, e chi vive con uno o più gatti questo lo sa bene. Il gatto ha una grande capacità di riconoscere il nostro stato d’animo, e capisce se siamo tesi, arrabbiati o preoccupati per qualcosa: in questi casi potrebbe decidere di non voler interagire con noi. Lui ci vuole di buon umore e ben disposti nei suoi confronti.

why-my-cat-talking-so-much-fb-180784999

Mettendo da parte le tensioni e dedicandoci completamente al nostro gatto, anche per qualche minuto al giorno, otterremo risultati eccezionali: avremo imparato i rudimenti del “gattese”.

Commenti

commenti