I gatti sono animali molto agili e questo è grazie al loro apparato muscolo-scheletrico, composto da 280 ossa e più di cinquecento muscoli.

Il cranio ha grosse cavità oculari e presenta una possente dentatura, fatta di 12 incisivi, otto premolari, sei molari e quattro canini, la cui morsa riesce a frantumare l’ossatura delle prede. Nel cranio di un gatto di corporatura media, il cervello arriva a pesare 30 grammi.

Teschio del gatto
Teschio del gatto

La spina dorsale, che ha la stessa mobilità di quella di un serpente, è composta da 50 vertebre. Le vertebre della coda sono un prolungamento della colonna vertebrale.

La cassa toracica è costituita da 13 costole e ha una flessuosità che permette al gatto di poter passare anche in spazi angusti. Ha uno sterno di dimensioni ridotte e, contrariamente a quanto si crede, il gatto ha la clavicola; un frammento è tra i pettorali, così da non impedire a questo predatore di poter effettuare i suoi lesti scatti.

Scheletro del gatto
Scheletro del gatto

Gli arti inferiori sono formati da 41 ossa mentre quelle posteriori ne hanno 39. Le zampe anteriori terminano con cinque dita, mentre quelle posteriori con quattro e un garretto angolare, oltre la cresta tibiale. Tutte le dita sono dotate di affilatissimi artigli retrattili, fissati alle zampe attraverso i tendini.

Muscoli del gatto
Muscoli del gatto

Il gatto è un animale digitigrado e non plantigrado, ossia poggia il proprio peso sulle dita e non sul piede.

La flessuosità del gatto è dovuta dai suoi tre differenti gruppi muscolari: striati, cardiaci striati e cellule lisce. I muscoli rotatori delle zampe permettono al gatto di ottenere la sua nota velocità, che però non può manifestare per lungo tempo, dato che questi bruciano velocemente molta energia.

Commenti

commenti