Robert Connell ha guidato dal North Dakota al North Carolina per ricongiungersi con la sua gatta grigia american curl Hemi. L’ex-Marine non vedeva l’ora di rincontrare la sua amica di lunga data. Così, quando una tempesta di neve ha bloccato il suo volo lasciandolo a terra, ha guidato per quasi tremila chilometri per ricongiungersi a lei. In origine, un amico avrebbe dovuto accompagnare Robert ma, a causa di una bufera di neve che ha bloccato i voli, Robert si era stancato di aspettare e ha deciso di andare in macchina da solo fino al rifugio della contea di Craven.”Prima che avessi dei figli, l’unica cosa che mi aiutato a rimanere attaccato alla vita è stata una gatta… Era come una persona”, ha detto Connell, “mai avrei pensato un gatto si affezionasse, o io mi affezionassi tanto, a lui”.

Connell ha trovato Hemi nel 2009, intrappolata nel blocco del motore della loro macchina posteggiata nel retro della loro casa di Havelock. Questa, poco dopo che il soldato fu schierato nel 2011, scappò. “Ero un po’ preoccupata per lei, non vedendola tornare” ha detto Jennifer, moglie di Robert. Dopo il suo rientro dalla missione, nel 2013 la famiglia Connell si trasferì nel North Dakota a Bismarck, dove ora l’ex-Marine lavora come ingegnere ferroviario. Un membro del loro nucleo, però, mancava: Hemi.

Anni dopo e a migliaia di chilometri di distanza, è avvenuto l’inaspettato. Un rifugio del North Carolina ha trovato Hemi, che è stata identificata grazie al suo microchip sottocutaneo.

Quattro giorni di viaggio e 3.400 miglia tra andata e ritorno separavano Hemi da casa, ma non è stato un problema per Robert. “Hemi mi ha aiutato”, dice Robert, “e io ho voluto restituirle il favore, andando subito a prenderla”. La gatta american curl è stata di grande supporto a Robert con la sua PTSD, Post-Traumatic Stress Disorder. “Sa che avevo bisogno di lei, ed è per questo che era ancora in giro a cercarmi ” dice Robert.

Hemi e Robert Connell
Hemi e Robert Connell

Questa bella storia a lieto fine è stata possibile anche grazie al comportamento responsabile della famiglia Connell nei confronti della piccola Hemi. Tutti i proprietari e detentori di un animale possono rivolgersi ad un medico veterinario per chiedere l’inoculazione del dispositivo di riconoscimento e la contestuale registrazione online del microchip dell’animale di proprietà o in custodia. In Italia, l’Anagrafe Nazionale Felina è una banca dati informatizzata che registra i dati identificativi dei gatti dotati del dispositivo di identificazione elettronico.

Il servizio è attivato su base volontaria e ha la finalità di favorire il controllo della demografia felina, contrastare l’abbandono e agevolare il ricongiungimento del gatto con il suo proprietario in caso di smarrimento mediante azioni di identificazione e tracciabilità animale, sia in Italia sia all’estero. Un gesto responsabile verso i nostri gatti. E anche i cani.

Commenti

commenti