Cenerentola: conosciamo il gatto Lucifero

Come in ogni film di animazione Disney, anche in Cenerentola (1950) non poteva mancare un gatto, anche se come personaggio secondario.

Lucifero è il gatto siberiano di Lady Tremaine, la matrigna di Cenerentola: le assomiglia molto in termini di personalità, testardo, infallibile e tremendamente malvagio. Ha la pelliccia nera e gli occhi verdi.

05 - Lucifero

Nonostante Cenerentola sia dolce e gentile con lui, ad esempio dissuadendo il cane Tobia dal maltrattare il perfido gatto, egli non ricambia l’affetto ricevuto, anzi. Vuole a tutti i costi catturare Gas Gas, uno dei topolini amici di Cenerentola, quando questi deve portarle la chiave per liberarsi dalla prigione e correre per la prova della scarpetta perduta. Ma alla fine arriva Tobia che, con delle ringhiate, riesce a cacciare il gatto facendolo precipitare dalla finestra della stanza della ragazza, senza però farlo morire.

In realtà Cenerentola non vuole bene al gatto, pur cercano di trovargli qualche lato positivo (non riuscendoci), ma per gli ordini ricevuti dalla matrigna lo deve trattare con gentilezza (lo chiama scherzosamente “Sua altezza” o “Maestà” per via del suo carattere snob).

Cenerentola Gatto Lucifero

Commenti

commenti