La muta del pelo del gatto

La fase della muta del gatto avviene due volte l’anno ed è strettamente connessa alle stagioni. Praticamente i gatti hanno due pellicce, una per l’inverno e una per l’estate.

I peli non cadono tutti contemporaneamente: prima inizia la parte posteriore, poi quella anteriore. La muta si divide in tre fasi principali, chiamate, in gergo medico, anagen, fase di crescita, catagen, periodo di transizione e telogen, periodo di riposo.

Durante la fase di crescita, si generano circa 0,3 mm di pelo al giorno (peli di guardia). Questa fase può durare dai sessanta ai novanta giorni. Poi vi è la seconda fase, quella di transizione, ed infine, l’ultima, quella di “riposo”, nella quale avviene la vera e propria caduta del pelo. Quest’ultima è la fase più lunga, specialmente d’inverno.

La muta non avviene per caso: sembrerebbe che, il principale fattore che regola questo fenomeno, sia il rapporto tra le ore di luce e di buio (fotoperiodo).

Commenti

commenti