Via da casa per 10 mesi, poi il ritrovamento. La storia a lieto fine di Pikachu

Del gatto Pikachu si erano perse tracce lo scorso aprile, 10 mesi fa. Il micio di due anni si era allontanato dalla sua casa a Stresa, sul Lago Maggiore, che condivideva con altre due gattine, Bia e Stellina, e la sua famiglia di umani. Margherita Zini, proprietaria del gattone, insieme al marito Alessandro e ai suoi due figli, aveva cercato il gatto ovunque, anche diffondendone annunci sui social. Qualche falso avvistamento, ma nulla di più.

Ormai Margherita si era rassegnata a rinunciare al suo adorato miciotto, immaginando le sorti più tristi. Fino a qualche giorno fa: un annuncio su Facebook segnalava l’avvistamento di un gatto con le caratteristiche di Pikachu presso un paesino di montagna, sempre sul Lago Maggiore. Un paio di sopralluoghi sul posto indicato si sono rivelati fruttuosi: era proprio lui. Pikatchu è stato naturalmente riportato a casa, ripulito e coccolato. E, in meno di 24 ore, era tornato alle sue abitudini e a rintanarsi nei suoi posti preferiti della casa. Come se niente fosse. Come se fosse sempre stato lì. Per la gioia dei suoi umani, ancora increduli per il ritrovamento dopo così tanto tempo.

«Il 4 gennaio grazie a un post su Facebook, caso vuole di un amico, abbiano ritrovato il nostro Pikachu in perfetta forma. Dove sia stato non si sa ma sicuramente dal suo aspetto e peso ha trovato tanta gente che gli ha dato da mangiare. Siamo ancora increduli dopo tanto tempo ma è lui! Non perdete mai le speranze. Tutto è possibile!» – ha commentato Margherita.

Quali avventure abbia affrontato Pikachu in 10 mesi nessuno lo sa. Il suo stato di ottima forma fisica fa presumere che sia stato ospite di qualche altra famiglia, o che semplicemente se la sia cavata piuttosto bene cacciando prede tra i boschi.

Bentornato, Pikachu!

 

Commenti

commenti