Gattino orfano si avvicina a una cagnetta che ha perso i suoi cuccioli e diventa il suo gattino

Un piccolo gattino orfano è stato portato in un rifugio per gatti per avere una seconda possibilità di vita. È lì che incontra una cagnetta che piangeva per la perdita dei suoi cuccioli.

Si avvicinò alla cagnetta e iniziò a socializzare.

Il Gattaro d’Aleppo

Mohammad Alaa Jaleel fondatore de Il Gattaro d’Aleppo ( L’uomo gatto di Aleppo ), gestisce un rifugio per i gatti che sono stati abbandonati a causa della guerra in Siria.

Si imbatté in una cagnetta di strada di nome Amira e cominciò a prendersi cura di lei meglio che poteva. Quando scoprirono che era incinta, Alaa lasciò la sua stanza in modo che potesse avere un posto comodo dove riposare.

Dato che hanno 80 abitanti felini, per mantenere ogni animale a suo agio, Alaa ha costruito una casetta per il cane vicino al rifugio.

Un paio di settimane fa, Amira è entrata in travaglio, ma purtroppo tutti e tre i cuccioli sono nati morti. Le ha lasciato il cuore spezzato. “Eravamo tristi e scioccati … Le abbiamo dato un orsacchiotto di peluche e ho cercato di coccolarla perché era molto triste”, ha detto Alessandra Abidin, volontaria del gruppo di soccorso.

Il Gattaro d’Aleppo

Fu allora che Junior, un gattino che avevano preso dalle strade, notò l’orsacchiotto e decise di avvicinarsi a lui e al cane.

Si avvicinò lentamente ad Amira e alla fine si diresse verso le sue zampe. Poi lei si sfregò la faccia contro di lei. Fu allora che le cose iniziarono a cambiare.

Il Gattaro d’Aleppo

Pochi giorni dopo, Amira non badava più al suo orsacchiotto.

Invece, stava giocando con un piccolo gattino sulla schiena e trattandolo come una madre farebbe con i suoi cuccioli.

Il Gattaro d’Aleppo

“Li abbiamo trovati che giocavano insieme, e il micetto è salito sulla schiena, e (Amira) era completamente a posto e sembrava addirittura sorridere”, ha detto Alessandra.

Il legame tra i due è bellissimo da guardare.

Il Gattaro d’Aleppo

Fanno tutto insieme.

Amira condivide il suo cibo con il suo gattino, sorvegliando su di lui ogni passo del cammino.

Il Gattaro d’Aleppo

È una mamma surrogata molto protettiva.

Il Gattaro d’Aleppo

“Penso che Amira abbia bisogno di stare con Junior perché il suo cuore era triste dopo aver perso i suoi cuccioli”, ha detto Alessandra.

Ora si scambiano le coccole.

Il Gattaro d’Aleppo

Il dolce cane ha bisogno del gattino tanto quanto il micio ha bisogno di lei.

Entrambi hanno avuto un inizio difficile da vivere, e ora hanno l’uno l’altro e il loro cuore è pieno.

Il Gattaro d’Aleppo

Condividi questa storia con i tuoi amici. Segui il santuario su Facebook .

Commenti

commenti