Alimentazione dei gatti: sì ai grassi

Quando noi uomini ci mettiamo a dieta la prima cosa che togliamo sono i grassi, in quanto dannosi in molti casi. Per il gatto invece è proprio l’opposto. Lui necessita di grassi in quanto, oltre a ricavarne  l’energia, gli sono utili per il trasporto delle proteine e altre sostanze necessarie al suo organismo.

Nel caso in cui il gatto non assumesse grassi nella sua dieta, potrebbe avere danni ai reni, ritardi nella crescita e rischio di malattie della pelle. Il giusto apporto di grassi in una dieta felina deve essere del 20-40% e devono essere di origine animale. Quindi quando gli si somministra il pesce e la carne è bene non togliere il grasso e, ogni tanto, aggiungere alla sua pappa un pochino di burro. Oltre a fargli bene gliela insaporirà un po’!

Commenti

commenti