Farmaci ad uso umano anche per gli animali domestici

I farmaci “ad uso umano” potranno essere utilizzati anche per curare gli animali domestici, in aggiunta a quelli specifici per uso veterinario. Una novità attesa da tempo stabilita da un decreto firmato dal ministro della Salute Roberto Speranza. Per le famiglie si arriverà a risparmi fino al 90% per la cura di alcune patologie animali, come ha illustrato lo stesso ministro in una nota.

Vittoria Brambilla, presidente dell’Intergruppo parlamentare per i diritti degli animali a cui aderiscono tutte le forze politiche ha definito il decreto una “Grande vittoria”. L’Intergruppo aveva presentato anche altre richieste a tutela degli animali e delle loro famiglie, tra cui la riduzione dell’Iva sulle prestazioni veterinarie, al momento ancora in lista d’attesa.

Il decreto prevede che il veterinario possa prescrivere medicinali per uso umano per curare gli animali domestici «a condizione che tale medicinale contenga il medesimo principio attivo del medicinale veterinario». Lo stesso ministro Speranza ha definito la norma un «atto di equità atteso da anni da milioni di cittadini». E ancora: «Una scelta che consentirà di garantire con più facilità le cure agli animali da compagnia e un risparmio importante per tante famiglie italiane e per le strutture che si occupano di cani e gatti».