Savannah – carattere, cura, prezzo

Un gatto dall'aspetto selvaggio: il gatto Savannah

CENNI STORICI

A guardarlo, per il suo aspetto esotico, lo si penserebbe discendente di qualche felino della giungla ma il gatto Savannah è una razza ibrida, nata dall’incrocio tra un servalo e il gatto domestico. Nel 1986 Judee Frank, decise di incrociare un maschio di servalo con una gatta siamese. Ne nacque una femmina di nome Savannah, da cui prese poi nome la razza.

Patrick Kelley, allevatore americano, si adoperò affinché questa giovane razza venisse finalmente riconosciuta e nel 2001 ne venne registrato lo standard.
Da allora il gatto Savannah continua ad avere sempre più estimatori e ogni anno sono in aumento il numero di iscritti al SIMBA (Savannah International Member & Breeder Association).

Savannah1
Savannah1

STRUTTURA

Dato che il Savannah è un’incrocio tra un Serval (noto anche come gattopardo africano del Serengeti) e un gatto domestico, questo incide molto con il suo aspetto, in particolar modo per quanto concerne il suo colore e la sua altezza. Le prime generazioni (F1. La lettera F e il numero associato indicano la distanza generazionale esistente con il loro antenato Serval: esempio F1 ~ 53% Serval, F2 ~ 29% Serval, F3 ~ 16% Serval, etc. Solo dalla quarta generazione i maschi Savannah diventano fertili) avevano macchie scure su fondo chiaro e questo donava ai primi esemplari un aspetto molto selvatico. Gli allevatori riuscirono a mantenere questo manto anche negli incroci successive, con Bengal e Egyptian Mau.

Gli incroci ora consentiti sono quelli con l’Ocicat, l’Egyptian Mau e il Foreign White (o Oriental Shorthair). Il gatto Savannah ha il corpo slanciato, aggraziato, con zampe posteriori più lunghe rispetto le anteriori e la coda di media lunghezza.
Rispetto al corpo la testa è piccolo, a triangolo equilatero sia frontalmente che di profilo: la sagoma di questa figura è quella disegnata dalla base della linea scura degli occhi con vertice la punta del mento. Le orecchie mostrano spesse linee scure, molto caratteristiche, e sono larghe alla base e tonde in punta.

Le dimensioni del gatto Savannah, che superano il metro di lunghezza, obbligano ad avere a disposizione ampi spazi per potergli dare grande libertà di movimento, dato che può fare salti, da fermo, che arrivano fino a un’altezza di due metri. Infatti il Savannah è un gatto da record, tanto da essere entrato nel Guinnes Book of World’s Records quale gatto domestico più lungo.

Savannah2
Savannah2

CARATTERE

Il gatto Savannah è leale verso il suo padrone e lo segue ovunque con devozione. Può addirittura essere educato a essere tenuto al guinzaglio, tanto il suo carattere è amichevole e fedele.
Intelligente e curioso, è giocherellone ed è anche per questo che ha esigenza di muoversi in ampi spazi.

CURA

Il Savannah non chiede grandi cure. Anzi, amante dell’acqua, non disdegna fare il bagno

Savannah3
Savannah3

STANDARD

Corporatura: grande; lungo e muscoloso, è dotato di ossatura molto robusta
Arti: quelli posteriori sono più lunghi di quelli anteriori; zampe ben sviluppate e tonde
Coda: media con punta arrotondata
Testa: a triangolare equilatero, piccola in proporzione al corpo, poggia su un lungo collo
Orecchie: grandi e arrotondate
Occhi: piuttosto grandi, sottolineati da una riga scura
Mantello: pelo medio-corto con mantello maculato

Savannah4
Savannah4

Commenti

commenti