Parlare con il proprio gatto, la tecnica giusta

Dopo aver osservato attentamente, in vari momenti della giornata, il nostro gatto, e capito i vari stati d’animo, allora siamo pronti ad una vera e propria conversazione con lui.

Prima di tutto è bene scegliere il momento in cui è calmo e rilassato, poi possiamo passare a parlargli, cercando di tenere un tono non troppo alto, per non infastidirlo.

Cercate di evitare di fissarlo intensamente, potrebbe prenderla come una “sfida”. Meglio invece socchiudere spesso gli occhi e sbattere le palpebre: questo per i gatti significa che tutto va bene. In questo caso potrebbe succedere che il nostro micio ci venga vicino e strofini il suo muso contro la nostra faccia. Lasciamolo fare, o ancor meglio, facciamolo anche noi a lui: lo renderete molto felice.

Commenti

commenti