Determinare con esattezza l’età del gatto non è sempre facile, neppure per i veterinari.

Molti per calcolare l’età del gatto moltiplicano gli anni per sette, ma diciamo che non è un rapporto sempre corretto.

A 1 mese di vita del gatto corrispondono circa 5-6 mesi di un neonato; a 3 mesi, i 2-3 anni di un bimbo; a 1 anno, i 18 anni di un ragazzo maggiorenne. All’anno, il gatto matura sessualmente.

Verso i 3 anni, nel pieno della sua maturità, il gatto sarà sulla trentina. Dai 5 agli 8 anni entrerà negli “anta”. Verso i 9-10 anni, il micio farà il suo ingresso nella terza età (55-60 anni umani), ma questo non vorrà dire che sia vicino alla “fine”.

L’età rallenta dopo i 10 anni: a 15 anni il gatto avrà l’età di un uomo di 75, e verso i 18 si avvicinerà agli ottant’anni umani. Poi esistono gatti che arrivano tranquillamente intorno alla ventina.

Commenti

commenti