Chiunque abbia avuto a che fare con un gatto tigrato, avrà certamente notato un particolare disegno presente sul pelo del gatto, nella zona superiore agli occhi. Con un po’ di fantasia, sulla fronte di questi stupendi mici possiamo scorgere una “M stampata in maiuscolo”, almeno nella maggior parte dei casi.

gatto-leggenda-m-fronte

Su questo buffo dettaglio, circola appunto una dolcissima leggenda adatta al periodo di Natale. Si narra infatti che nella grotta in cui nacque Gesù bambino, oltre al bue e all’asinello, ci fosse anche una gatta grigia tigrata, anch’essa incinta. La micia partorì i suoi gattini quella stessa notte, e dopo essersi occupata di loro, si avvicinò a Gesù bambino. Il piccolo era appena nato, e la gatta si accoccolò accanto a lui per ripararlo dal freddo.

M-fronte-gatto

Quell’immagine intenerì molto la Vergine Maria, che mostrò la sua gratitudine alla micia con delle tenere carezze sulla fronte. Da quel contatto, racconta questa dolce leggenda, i gatti tigrati si conquistarono la loro caratteristica “M” sulla fronte.

gatto-M-fronte-micio

Ecco perché ai gatti piace così tanto “invadere” il presepe! Scherzi a parte, il Natale è il periodo più bello e magico dell’anno, per adulti e bambini. E con una dolce storia sui nostri adorabili amici a quattro zampe, a noi piace ancora di più.

gatto-leggenda-natalizia