Voi che vivete con un gatto lo sapete bene. Sapete bene cosa vuol dire svegliarsi la mattina con quel naso bagnato e freddo che vi punta, i baffi che vi fanno il solletico e quel persistente soffiare nelle orecchie. Tutto questo di solito capita intorno alle… quattro o le cinque di mattina, giusto? Due tre zampettate, magari, per richiamare la vostra attenzione.

Voi, che conti date a stare tra le braccia di Morfeo e non volete alzarvi a sfamare quel povero, innocente gattino di dieci chili circa, che vive nella vostra casa e che ha un disperato bisogno di prelibato tonno fresco nella sua ciotola. Scene quotidiane che tutti i gattari conoscono bene che, comunque, ci fanno innamorare sempre di più dei nostri amici con vibrisse. Anzi, forse è impossibile non adorare questa sveglia mattutina.