Circa un anno fa Fatboy pesava 15 chili e 800 grammi. E non era felice: la sua obesità pregiudicava la sua salute e la sua autonomia. Come se non bastasse, era stato abbandonato dai suoi proprietari e affidato a un rifugio. Oggi ha perso cinque chili, ha trovato una coppia che lo accudisce e lo ama, e ritrovato il benessere psico fisico. Ma soprattutto ora è felice.

È successo in Oregon: Fatboy, così chiamato proprio per la sua obesità, è stato affidato a un gattile perchè i precedenti proprietari non riuscivano a prendersi cura di lui, dato che non era più autosufficiente e non riusciva a utilizzare la lettiera. Aveva anche diversi problemi di salute: i veterinari gli hanno diagnosticato una serie di tumori benigni e anche problemi alle zampe, proprio a causa del peso. 

Ma non sempre tutti i mali vengono per nuocere. Per Fatboy l’abbandono ha rappresentato l’inizio di una nuova vita. Il gatto è stato affidato alle amorevoli cure di Sheila e Posey, ed è stato ribattezzato Watson. «Avrebbe dovuto perdere almeno cinque chili per tornare ad una vita normale», racconta la coppia di Love2foster, che si prende cura di cuccioli abbandonati con esigenze particolari. 
 

Watson è stato subito messo a dieta ferrea, con alimenti specifici e in quantità controllate. I veterinari gli hanno rimosso i tumori benigni. E la sua vita ha preso una piega diversa.

Durante i primi mesi al rifugio, Watson camminava a malapena. Sheila gli spostava in continuazione le ciotole del cibo, costringendolo a muoversi per raggiungerlo. Anche su diversi piani della struttura, per obbligarlo a fare le scale, quindi un po’ di moto. Watson è così diventato più sempre più attivo ed è tornato a camminare in modo normale. 
 

Il calo di peso ha rappresentato per Watson un totale cambiamento nello stile di vita e anche nel carattere: «Quando è arrivato da noi era scontroso, disinteressato a qualsiasi cosa». Ora è più socievole, gioca ma soprattutto «salta sul divano: quando ha scoperto di essere in grado di farlo, sembrava così fiero», racconta Sheila. «Un giorno l’ho trovato appollaiato sul tavolo da pranzo: era così orgoglioso di esserci riuscito che non me la sono sentita di sgridarlo». 

Oggi Watson pesa 10 chili e mezzo (resta sempre un gran micione) ed è pronto a trasferirsi nella sua nuova casa: dopo un anno di riabilitazione il micio è stato adottato dall’illustratore Robbi Rodriguez e sta per iniziare la sua nuova vita, molto diversa da quando era Fatboy. 

Commenti

commenti