Home Gatti Gatto malato ed infreddolito “bussa” alla finestra per chiedere di essere adottato

Gatto malato ed infreddolito “bussa” alla finestra per chiedere di essere adottato

Una donna riceve la visita di un gatto malandato, che "bussa" alla sua finestra per attirare l'attenzione. Il micio viene soccorso e adottato

0

Spesso crediamo di essere stati noi, a scegliere quello che ormai consideriamo “il nostro gatto.” Ma la verità, è che il più delle volte sono i gatti a sceglierci, come dimostra questa dolce storia a lieto fine.

Siamo in Quebec, in Canada. Marie Simard, fondatrice di un rifugio per animali in difficoltà, riceve una chiamata da una signora, allarmata a proposito di un gatto malandato. In una fredda giornata di neve, il micio si sarebbe avvicinato alla finestra della sua casa, premendo le zampette sul vetro per attirare l’attenzione.

Notando subito che il gatto è visibilmente malandato, Jaelle contatta il rifugio affinché il micio venga sottoposto ad un controllo da parte di un veterinario. E 30 minuto dopo il felino color zenzero si trova già in clinica.

Dal controllo, il gatto risulta avere il diabete, insieme ad un problema ai denti, pulci, vermi, un’allergia alla pelle e una ferita ancora aperta. Quindi viene trattenuto in clinica per alcuni giorni. Periodo in cui vengono fatte alcune ipotesi riguardo i suoi possibili trascorsi. Il micio non ha il microchip, quindi potrebbe essere stato abbandonato.

Durante la permanenza il clinica al micio color zenzero viene dato il nome Aslan (Come il leone de “Le Cronache di Narnia”), e al termine del ricovero ottiene anche una sistemazione temporanea. Jaelle, la signora che lo aveva ricevuto in visita alla sua finestra, decide infatti di ospitarlo in attesa di trovargli una famiglia definitiva.

Della ricerca si occupa Marie, la fondatrice del rifugio per animali. La diffusione di annunci per l’adozione però viene interrotta sul nascere, perché dopo pochi giorni di convivenza, Jaelle si è ufficialmente innamorata di Aslan, tanto da volerlo tenere con sé per sempre.

Ora Aslan ha finalmente una mamma umana amorevole, che a detta del veterinario gli ha salvato la vita. Il micio da solo per strada avrebbe avuto ben poche probabilità di sopravvivere all’inverno canadese. E queste per fortuna adesso sono preoccupazioni del passato, perché il futuro del dolce Aslan prevede una casa calda, tante coccole, e una dieta speciale per il suo diabete. Il micio color zenzero ha “bussato” alla finestra giusta, un po’ per caso ma sicuramente anche per intuito.

Oltre alla sua mamma umana, nella sua nuova casa Aslan gode anche della compagnia di altri pelosi! La sua preferita però è la gatta Cleo, con la quale condivide un passato burrascoso. I due amano fare lunghi pisolini insieme, e scambiarsi “sessioni di pulizia.”

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui