Cercava una casa comoda e accogliente, così ha deciso di entrare in una stazione di polizia, nella California del Sud. Il protagonista della vicenda è un gatto bianco e nero di nome Kingsley, che ha fatto una scelta rivelatasi vincente.

Il gattino si è fatto subito amare da tutti gli agenti del dipartimento di Columbia, anche grazie al suo carattere affabile ed estroverso. Ha visitato tutti gli uffici, chiedendo prima permesso strofinandosi sulle gambe degli ufficiali. E ha anche acconsentito a farsi un selfie con i suoi nuovi amici umani, come un perfetto divo.

Kingsley ha portato al dipartimento di polizia una ventata di allegria, saltando su tutte le scrivanie e facendosi accarezzare dagli agenti.

«Questo felino si è fermato nei nostri uffici per dirci che stavamo pubblicando troppe foto di cani sul profilo e avevamo bisogno anche di qualche gattino», hanno scritto ironicamente su Facebook i poliziotti, documentando la vicenda.

I poliziotti si sono subito presi cura di Kingsley: l’hanno nutrito e portato dal veterinario per verificare lo stato di salute. Il gatto era privo di microchip ma in perfetta forma. Il suo comportamento faceva pensare si trattasse di un gatto domestico fuggito da qualche abitazione del circondario ma, nonostante gli appelli, nessuno l’ha rivendicato.

La vera nuova casa di Kingsley non è il dipartimento di polizia, bensì quella dell’ufficiale Brandon Montgomery, che si è innamorato di lui appena lo ha visto entrare nel suo ufficio. Ora Kingsley è perfettamente integrato nella sua nuova casa e con il resto della famiglia, che include altri due gatti e un cane. E non ha perso l’abitudine di mettersi in posa per qualche foto.

Da dove venga Kingsley non lo sa nessuno. Ma ora, anche grazie alla sua determinazione, ha una nuova casa e una famiglia umana che lo ama. Buona vita, Kingsley!

Commenti

commenti