Aperto a Milano il Crazy Cat Cafè

Il 23 ottobre, a Milano in via Napo Torriani 5 (zona stazione Centrale) Alba Galtieri e Marco Centonza hanno aperto il Crazy Cat Cafè, un locale nel quale si può bere un buon caffè insieme a sei simpatici gatti: Freddie, Patti, Bowie, Nina, Elvis e Blondie, che i proprietari hanno adottato salvandoli dalla strada.

Crazy cat cafè
Crazy cat cafè

L’idea nasce dopo una visita in un Neko Cafè giapponese (Neko è il nome giapponese del gatto): infatti nelle grandi città del Giappone sono poche le famiglie che possono avere il privilegio di avere un appartamento grande ove ospitare gli animali domestici. Da qui la decisione di creare degli ambienti confortevoli e di socializzazione insieme a dei simpatici pelosetti.

12063438_915841421839555_8128501587769071958_n

In Italia, prima di Milano, un bar di questo tipo è stato aperto a Torino, il Neko FFFF Cafè, e a Roma il Romeow Cat Bistrot.

Per poter accedere al Crazy Cat Cafè ci sono delle regole da rispettare: non si può dar da mangiare agli animali, i clienti non devono nè urlare nè alzare la voce e devono rispettare gli spazi riservati ai gatti.

Cat cafe milano
Cat cafe milano

Il locale dispone di cinque vetrine su strada con insegne in bianco e nero che riportano le parole “Caffetteria”, “Bistrot” e qua e là dei disegni con mici che giocano con un gomitolo o si nascondono dietro una teiera.

12122713_906786476078383_8167382559353310395_n

All’interno, alcune scritte per ricordare il rispetto con cui trattare i gatti: “non sono dei peluches”, “rispettare il loro sonno”, “non dar loro del cibo”, “manteniamo un ambiente rilassato”; le sale sono due, collegate a forma di L, con tavoli in legno, un pianoforte e libri, tutto destinati agli umani. Per i mici invece vi sono comode ceste, cuscini, scale lungo le pareti, tiragraffi e tronchi d’albero adatti all’arrampicata libera. Ovunque foto di gatti.

Al Crazy Cat Cafè verranno inoltre promossi incontri di sensibilizzazione sul rapporto tra uomo e animali.