Un gattino appena nato gettato come un rifiuto, in un sacchetto di plastica lasciato ai bordi della strada. Una passante ha avvertito i disperati miagolii in una via di Origiano, in provincia di Vicenza, e ha chiesto aiuto all’Enpa. La piccola creatura di un etto e mezzo non ce l’avrebbe fatta senza il tempestivo soccorso, come confermato da Anna Lussi, la volontaria Enpa che l’ha poi preso in carico.

Immediatamente dopo il ritrovamento, è scattata la macchina dei soccorsi: allertato l’Enpa Vicenza, aè partita una staffetta che, dal Basso Vicentino, ha condotto il gattino fino a Monticello Conte Otto e precisamente a casa di Anna, a Cavazzale. La donna ora si sveglia anche di notte per dare il latte alla bestiola, ribattezzata Bibì.

Difficile risalire agli autori dell’efferato gesto: «Denunce ce ne sono poche perché si fa fatica ad individuare i responsabili, che agiscono di notte o con furbizia», ha dichiarato la volontaria, che vive con un cane e molti gatti, «tutti orfani in stallo e che nessuno ha più voluto».