La ragazza che si crede gatta

Disturbo mentale o voglia di apparire per Nano, ventenne norvegese dice di sé: "Sono nata della specie sbagliata"

Una donna in Norvegia crede di essere una gatta intrappolata nel corpo di un essere umano: “Sono nata della specie sbagliata” dice Nano, la ventenne norvegese del video. La ragazza sostiene che si è resa conto di essere un gatto quando aveva 16 anni. I medici, afferma, avrebbero trovato un “difetto genetico” nel suo DNA, che dimostra quanto sia davvero un gatto.

La ragazza è in cura da uno psicologo, come lei stessa ammette, il quale vorrebbe aiutarla a crescere quale “umano”, nonostante lei abbia dei seri dubbi, dato che si sente “profondamente gatto”. Per compensare il suo aspetto, del tutto simile a quello di ogni giovane donna, Nano indossa orecchie da gatto e una soffice coda falsa. La ragazza rivendica la sua identità da gatto, di cui vanta i tratti psicologici e comportamentali: “A volte miagolo quando incontro i cani in strada. È a causa del mio istinto che reagisco automaticamente soffiando” ha dichiarato.

La giovane norvegese preferisce camminare carponi, e dormire nei lavandini e sui davanzali. Lei sostiene anche di avere un ottimo udito e la visione notturna, proprio come i gatti. Ha anche la capacità di comunicare con i gatti (quelli nati nel corpo corretto) e parla con loro miagolando o facendo le fusa. Dice anche che non ha intenzione di cambiare il suo stile di vita felino e che continuerà a vivere come un gatto per tutto il resto della sua vita.

Viene da chiedersi se questa ragazza soffra realmente di un grave disturbo mentale o se invece abbia solo tanta voglia di apparire.