Un gattile disegna le emozioni dei gatti per aiutarli a essere adottati

L'idea di un gattile rifugio a Leybourne, in Inghilterra: rappresentare pensieri ed emozioni dei gatti per facilitarne l'adozione

A cosa sta pensando il gatto? Basta guardarne uno negli occhi per porsi questa domanda. Ma il gatto è un animale misterioso, e ci vuole un po’ di tempo per conoscerlo e carpirne pensieri ed emozioni. Il gattile rifugio di Leybourne, in Inghilterra, ha avuto l’idea di far conoscere meglio i loro ospiti alle possibili famiglie adottive: illustrarne i pensieri, consentendo loro di “presentarsi” al meglio.

Un gattile disegna le emozioni dei gatti per aiutarli a essere adottati

«Tutto il personale si è impegnato a decorare i box per aiutare i nostri gattini e fornire alle famiglie più informazioni possibili sul loro carattere» commentano gli operatori del rifugio sulla loro pagina Facebook. Ogni gatto ha la sua personalità e una storia diversa da raccontare.

“Ciao, mi chiamo Friday e non voglio stare qui un venerdì in più” si legge sul box di Friday, gattone di tre anni ospite della struttura da molto tempo.

I pensieri di Friday

Lenny invece è molto loquace, e ama i lunghi discorsi: “Ciao, sono Lenny! Amo chiacchierare. Perchè non ti fermi è parli un po’ con me?”

I pensieri di Lenny

Molly è una gattina di 11 anni particolarmente affettuosa: “Ciao, sono Molly! Fatto divertente: i gatti possono vivere fino a 20 anni e io ne ho solo 11… sono giovane!”

I pensieri di Molly

Kizzy è un gatto timido, in cerca di una casa sicura e tranquilla: “Kizzy. Ho bisogno di una casa! Per favore chiedete allo staff ulteriori informazioni”

I pensieri di Kizzy

I pensieri di Henry, gatto taciturno, sono stati sintetizzati con dei disegni, molto esaustivi:

I pensieri di Henry

L’idea creativa ha già portato i primi risultati: «Due dei nostri gattini che erano con noi da parecchio tempo sono già stati adottati, auguriamo loro tanta fortuna! Ci mancherete Lenny e Henry». 

Commenti

commenti