Chiunque abbia avuto a che fare con un gatto ha questa certezza, sono i gatti a sceglierci. Quando un micio si affeziona al suo umano preferito non c’è niente da fare. Nessuno potrà mai separarli.

La storia della gattina Chimera ha inizio in un campo da baseball nel Bronx. I genitori avevano già occupato i loro posti per la partita dei bambini, quando la folla si accorge della presenza di una cucciolata di gattini al bordo del campo. I micetti erano ricoperti di polvere e sporcizia, e nei dintorni non c’era traccia della loro mamma. Così è stato chiamato prontamente Sunny, un volontario della zona noto per occuparsi di animali in difficoltà.

Sunny ha portato i cuccioli a casa dalla sua famiglia, dove sono stati nutriti e lavati artificialmente. I piccoli avranno avuto appena tre settimane di vita, e necessitavano di cure continue. Tra i micetti, la prima a recuperare un po’ di brio è la piccola Chimera. La gattina si affeziona in particolar modo a CJ, il figlio minore di Sunny, nominandolo come suo umano preferito.

Chimera fa sul serio, non vuole proprio separarsi da CJ. Ogni volta che provano ad allontanarla dal bambino inizia a lamentarsi e a reclamare il suo spazio tra le sue braccia. Il piano iniziale era far riprendere le forze ai gattini, aspettare che fossero un tantino più grandi, e cercare a tutti loro una casa. Ma Chimera ormai aveva fatto intendere a tutti di voler restare.

Anche CJ era della stessa idea, ormai Chimera era la sua gattina e nessuno avrebbe cambiato questa realtà. Passano i giorni, e tutti i gattini si riprendono a dovere. Giocano tra loro, e Chimera mostra a tutti come allontanarsi dal box per avventurarsi tra gli spazi di casa, anche se la sua attività preferita è passare del tempo con CJ.

I gattini crescono, diventando dei piccoli terremoti sotto la guida della vispa Chimera. La piccola dimostra subito di essere una gattina furba e intelligente, in grado di ottenere ciò che vuole con i mezzi a sua disposizione. I suoi fratellini e sorelline vengono adottati, ma lei rimane in casa come regina.

Ora è passato un po’ di  tempo, e Chimera è sempre più bella. Ormai è una signorina, e la sua coda vaporosa è sbocciata in tutta la sua bellezza. Sa essere contemporaneamente l’angelo e la diavoletta di casa, e ne va molto fiera. Anche se è CJ che riesce sempre a catturare il suo lato migliore.

Quando si trova con il suo umano preferito, la gatta sembra quasi trasformarsi. Il bambino è l’unico che riesce a farla stare tranquilla, meritando così tutto il suo amore. Lo ha scelto come suo migliore amico, ed è l’unico da cui accetta ricevere innumerevoli coccole.

Ormai Chimera è la cocca di casa, ha fatto breccia nel cuore di tutta la sua famiglia. Ma tra i suoi affetti, non si preoccupa di mostrare le sue preferenze. Lei e CJ sono anime gemelle, si sono scelti a vicenda.